ULTIMO AGGIORNAMENTO: 24 Ottobre 2010

ARCHEOSUB DAY  In programmazione le giornate per l'Autunno 2010 - Visitate il sito www.archeologiasubacquea.it

 

Chi siamo
La nostra storia
2006 I 10 anni di Argo
Album Fotografico
Rassegna Stampa
 
Archeonews

Il nostro portale  dedicato all'archeologia subacquea

 
Didattica

I Corsi, i Programmi

 Per essere sempre informati sui nostri Corsi di Archeologia Subacquea
Compila questo Modulo

 
Ricerche Sub

 
Relitti

Navi Militari e Civili

Antichi Relitti nel Mare e nella Laguna di Venezia

"Quintino Sella - Un tuffo nella storia

Il portolano del "Quintino Sella"

Tutela del Patrimonio Archeologico Sommerso

Legislazione Archeologica, le Soprintendenze in Italia

Storia delle fortezze veneziane in Grecia

 
Sicurezza

Parliamo di sicurezza in immersione con il
DAN EUROPE

Camere Iperbariche

 
Meteo

Google

ULTIME NOTIZIE

Aggiungi ai preferiti

 

Associazione Clodia
Gruppo Clodiense di ricerca e documentazione subacquea

****

Gruppo Ricerche Subacquee ARGO
 

CORSO DI INTRODUZIONE ALL'ARCHEOLOGIA SUBACQUEA

con rilascio del brevetto CMAS - ACDC

Archaeology Diver - LIVELLO BASE (ARC1)

 

Mestre (VE) - Gennaio - Marzo 2011

InizierÓ a Gennaio 2011 il nuovo corso di Archeologia Subacquea organizzato dall'associazione Clodia e dal Gruppo ARGO di Venezia, per l'acquisizione del brevetto ACDC-CMAS

Archaeology Diver - Livello base (ARC1)

Le lezioni, teoriche e pratiche, si terranno a Mestre (Ve) nella giornata di Sabato con la formula full time

Per informazioni scrivere a

 

info@clodia.it

didattica@argovenezia.it


 

Abbiamo il piacere di comunicare che l'Associazione Clodia  di Chioggia, con la quale collaboriamo per l'organizzazione dei corsi di immersione e specializzazione, Ŕ diventata

CENTRO FORMAZIONE ISTRUTTORI ACDC-CMAS

L'associzione Ŕ abilitata a rilasciare i brevetti:

P1 - P2 - P3 - P4 - ISTRUTTORE - ARCHEOSUB - FOTOSUB - NITROX - NOTTURNA - ENFANT e altro ancora...

www.clodia.it


Il nostro portale dedicato all'Archeologia Subacquea Ŕ anche su Facebook

Oltre 3400 iscritti


archeologiasubacquea.it Ŕ presente con le sue informazioni anche su Facebook, il social network che conta attualmente oltre 160 milioni di utenti in tutto il mondo.
Vai alla pagina di Facebook di archeologiasubacquea.it

http://www.facebook.com/archeologiasubacquea


Boe di segnalazione su tegn¨e

Il progetto “Allestimento di basi di informazione e formazione sia a terra che in mare e nelle zone di tutela biologica marina al largo del litorale del Comune di Venezia” raggiunge un traguardo importante: da oggi due siti di immersione, la “Tegn¨a Lido” e la “Tegn¨a Pellestrina”, sono fruibili agli appassionati del mare.

Un’alternanza di colori caratterizza questi affioramenti rocciosi sottomarini situati a poche miglia dalle nostre coste, entro i 20 metri di profonditÓ.

Su concessione n. 444611 del Genio Civile Regionale e ordinanza n.93/2010 della Capitaneria di Porto di Venezia, la C.A.M. Idrografica di Venezia, partner esecutivo del progetto, ha facilitato la raggiungibilitÓ dei due siti tramite il posizionamento di due boe di segnalazione con la duplice finalitÓ di tutelare i fondali dai dannosi effetti degli ancoraggi e incrementare la sicurezza delle immersioni subacquee che avverranno nel rispetto dell’ordinanza della Capitaneria di Porto n.106/2006.

D’ora in avanti sarÓ quindi possibile osservare scorfani, attinie, spirografi, corvine, astici e gronghi nel loro habitat naturale.

In questo modo il progetto, promosso dall’Assessorato all’Ambiente del Comune di Venezia e finanziato dalla Regione del Veneto, a valere sulla Legge Regionale n.15 del 12 luglio 2007, entra nella sua fase pi¨ affascinante volta al contatto diretto con l’ambiente subacqueo adriatico anche davanti al litorale del Comune di Venezia.

Il messaggio di sensibilizzazione ed educazione al rispetto del Mare, giÓ lanciato attraverso l’opera divulgativa effettuata nei Centri Informativi Tegn¨e si amplifica estendendosi alla comunitÓ subacquea locale e turistica con la consapevolezza di offrire una fruizione cosciente, tesa alla tutela del patrimonio sommerso.

Per ulteriori informazioni Ŕ possibile rivolgersi ai Centri Informativi Tegn¨e allestiti presso

- il Palazzo del PodestÓ di Malamocco (Campo Chiesa, 1 - Lido) e

- il Piccolo Museo della Laguna Sud in San Pietro in Volta (Strada della Laguna 160/g - Pellestrina)

oppure consultare il sito

http://www.tegnuevenezia.it/news/2010/coordinateboe.pdf

Per la prenotazione delle immersioni si prega di scrivere all’indirizzo jn149comune@gmail.com.


Ratifica e l’esecuzione della Convenzione sulla protezione del patrimonio culturale subacqueo, adottata a Parigi il 2 novembre 2001

E’ stato pubblicato nella GU n. 262 del 10-11-2009 la Legge 23 ottobre 2009, n. 157, la ratifica e l’esecuzione della Convenzione sulla protezione del patrimonio culturale subacqueo, adottata a Parigi il 2 novembre 2001.

Questa nuova importantissima ratifica da parte della Repubblica Italiana permette una migliore tutela del Patrimonio Archeologico Subacqueo e va ha affiancare il “Progetto Archeomar censimento dei Beni Archeologici sommersi“ della Direzione Generale per le AntichitÓ di Roma.
Dal 2003 il Progetto Archeomar ha giÓ effettuato il censimento dei beni sommersi delle regioni italiane di Campania, Calabria, Basilicata e Puglia (www.archeomar.it) , in questo periodo sta effettuando le proprie ricerche, lo studio documentale presso le coste e il mare delle regioni Lazio e Toscana.
...
Leggi tutto su
http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/Ministero/UfficioStampa/News/visualizza_asset.html_1125227989.html



Operazione SOS Patrimonio Sommerso 2010

Da molti anni il patrimonio sommerso subisce una continua spoliazione e rischia di andare distrutto.

La sua conservazione dipende da tutti noi. Se hai delle informazioni utili chiamaci !!!

Contrbuiremo tutti a conservare questo bene comune

Il Ministero per i Beni e le AttivitÓ Culturali, la Direzione Generale per i Beni Archeologici e la Sezione Tecnica per l’Archeologia Subacquea, nell’ambito del Progetto Europeo Archeomed in collaborazione con i Partner europei di Francia, Spagna, Portogallo, Malta, le Nazioni nord africane di Marocco, Algeria, le regioni italiane di Toscana e Campania, hanno promosso l’operazione “SOS PATRIMONIO SOMMERSO “.

Questa iniziativa va ha affiancare il Progetto Archeomar 1, censimento dei beni sommersi delle regioni italiane di Campania, Calabria, Basilicata e Puglia che ha ottenuto notevoli risultati tecnici e scientifici. Il progetto Archeomar 1 Ŕ stato interamente realizzato con risorse umane interne alla Pubblica Amministrazione del Ministero per i Beni e le AttivitÓ Culturali, Direzione Generale per i Beni Archeologici, Sezione Tecnica per l’Archeologia Subacquea, in stretta collaborazione con le Soprintendenze per i Beni Archeologici delle regioni italiane interessate al progetto Archeomar 1.


L’operazione “ SOS PATRIMONIO SOMMERSO” Ŕ uno ulteriore strumento di tutela che coinvolge e rende protagonista ogni cittadino della ComunitÓ Europea e le Nazioni del nord Africa che si affacciano sul Mare Mediterraneo.

e – mail : infoarcheomed@beniculturali.it

 


 SUL WEB 

  OCEANOFOTO
Il sito-web della nostra carissima amica Maria Pia Pezzali
 

http://www.oceanofoto.it
  DIVING MEDITERRANEO
Santa Teresa Gallura (SS)
http://www.divingmediterraneo.it
FORTEZZE IN EGEO
il sito di Paolo Zanon dedicato alle fortezze nel Mare Egeo
http://www.fortezzeinegeo.it


In primo piano


Le finalitÓ precipue del G.A.L. sono quelle di individuare, censire e studiare, nel rispetto delle leggi vigenti sulla tutela del patrimonio archeologico-artistico e storico, le aree e siti subacquei di interesse archeologico e di contribuire ad una sempre maggiore conoscenza del patrimonio sommerso mediante pubblicazioni, diffusioni in rete, conferenze e mostre.

Visita il sito del GAL

 
 

'forPlanet' si propone come obiettivo la raccolta di fondi per acquistare luoghi da proteggere, rigenerare quelli danneggiati, promuovere la ricerca scientifica e sensibilizzare sulle principali emergenze ambientali che colpiscono il pianeta...

Dettaglio Notizia

Visita il sito di forPlanet


Naukleros Ŕ una SocietÓ Cooperativa a.r.l., fondata nel 2003, Ŕ impegnata
nel settore dei beni culturali, dell'archeologia, dell'archeodidattica e
dell'archeoturismo, concentrando le proprie risorse in attivitÓ di carattere
tecnico-scientifico.

Settori ulteriori di competenza sono le simulazioni e animazioni in computer
grafica 3D, le ricostruzioni archeologiche e la produzione e post-produzione
video.

Naukleros si avvale di competenze professionali e capacitÓ
tecnico-scientifiche per assicurare il corretto svolgimento di tutte le
attivitÓ progettuali, oltre a disporre di strumentazioni e mezzi nautici
utilizzati nei diversi cantieri svolti.

Visita il sito di Naukleros

Sul sito di Cristina Freghieri un nuovo questionario on-line

SOTT' ACQUA LAGGIU'.......UN PO' PIU GIU'
Questo questionario Ŕ dedicato a tutta la comunitÓ subacquea. E’ una mia ricerca personale per raccogliere informazioni su questo sport tanto amato quanto temuto da chi non scende sotto la “coperta” liquida. La motivazione Ŕ portare in superficie le emozioni che fanno la differenza nella scelta di questa attivitÓ. Grazie a tutti per la collaborazione. Cristina Freghieri

Compila anche tu il questionario ..::

 
 
 
 
Mailing List
 
Facebook





 
Collabora con Noi
 
Guestbook

Desideri inviarci qualche proposta? Scrivi allora sul nostro
Libro degli ospiti

 
Le nostre email
Per Informazioni: info@argovenezia.it
Per i corsi : didattica@argovenezia.it
 
I nostri Link

Archeolink 

Le associazioni che collaborano con noi

Siti di Interesse

I nostri amici
















Confederazione Italiana Archeologi


Associato

 HDS Italia

 
Area Riservata

Utente
 
Password
 

  Prevenzione degli incidenti da elica

A cura del DAN Europe Communications Department

Chi si immerge con una certa frequenza sa bene quanto sia pericoloso riemergere in superficie a causa delle troppe imbarcazioni che, molto spesso anche ad elevata velocita', incrociano nei pressi delle zone di immersione malgrado la presenza dei palloni di segnalazione e delle barche appoggio dotate di bandiera regolamentare.

A nulla valgono le grida ed i gesti di “attenzione!” da parte di chi e' rimasto in barca a monitorare i compagni in acqua, poiche' molto spesso i rumori emessi dall’imbarcazione in avvicinamento coprono le grida di avvertimento o, piuttosto, perche' chi e' alla guida poco se ne cura…..

Tutti i dettagli su argonews

ARGO - Gruppo Ricerche Subacquee

Casella Postale n.137 (P.O. Box 137)

30100 VENEZIA VE

tel. 338/8219239

e-mail: info@argovenezia.it

Privacy

     
argovenezia.it non ha fini di lucro ed  Ŕ aggiornato ad intervalli irregolari ( legge 62 del 7.03.2001).
E' vietata la riproduzione anche parziale delle foto e del contenuto del sito senza l'autorizzazione dell'Autore ( D. L. 248 del 18.08.2000)